Progettazione, fornitura, installazione e certificazione di linee vita permanenti

Linee vita

Il filo di connessione che più di tutti lega le due attività del progetto imprenditoriale proposto è quello del settore che regola la normativa dei lavori in quota (EN 795). La linea vita è un sistema di sicurezza da installare sul tetto per permettere l’esecuzione di lavori in quota, che siano manutenzioni ordinarie (sostituzione tegole o antenne) o di pulizia del camino, in tutta sicurezza.
Il D.Lgs 81/08 ne impone l’installazione per i fabbricati di nuova costruzione e per quelli oggetto di ristrutturazioni, sia pubblici che privati, al fine di consentire ai futuri utilizzatori una linea di ancoraggio alla quale collegarsi per svolgere le attività in sicurezza e in protezione contro le cadute dall’alto (il più elevato rischio che causa morti bianche). Il fattore che lega le due attività inizia con la progettazione della linea vita stessa; il progetto, pertanto, spetta al Coordinatore della Sicurezza del cantiere (incarico professionale previsto dalla proposta imprenditoriale) che al momento della redazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento e del Fascicolo dell’Opera deve prevedere per mettere in condizione i manutentori futuri di lavorare in sicurezza quando si trovano in altezza (sul tetto). Durante la fase di progettazione, quindi, al fine di poter installare e certificare il sistema di sicurezza è prevista la prova strutturale del materiale sul quale saranno assicurati gli ancoraggi della linea vita. Si tratterà quindi di effettuare una prova di estrazione del tassello con appositi macchinari che permettono di conoscere la reale ed effettiva tenuta della struttura sulla quale si installeranno gli ancoraggi.
Dopo la progettazione, che, come già detto, è un servizio proposto, con l’attività commerciale si metterà in condizione il cliente di poter scegliere tra una vasta gamma di linee vita a seconda della tipologia della copertura sulla quale è prevista l’installazione (tetto piano o inclinato, struttura in legno o c.a., copertura in lamiera, ecc.) , attività che anch’essa è prevista dalla proposta imprenditoriale. La legge che regola le linee vita e che mette in connessione l’attività professionale a quella commerciale sta nella predisposizione della documentazione tecnica da fornire al committente al
termine dell’installazione .
La norma EN 795 impone all’installatore la redazione del “Elaborato Tecnico della copertura” all’interno del quale, oltre al progetto realizzato precedentemente, bisognerà illustrare le modalità operative per la posa, con le attrezzature e i materiali utilizzati per la realizzazione dell’impianto anticaduta, e quelle di utilizzo indicando inoltre la localizzazione dei punti di ancoraggio previsti. Il servizio proposto si estende con la manutenzione ordinaria del sistema anticaduta installato. La normativa EN 795 prevede infatti che la linea vita sia soggetta a manutenzioni, con cadenza annuale, al fine di garantire nel tempo le medesime caratteristiche di sicurezza e di stabilità della linea vita.
Si procederà quindi con verifiche visive e strutturali che permettono di accertare il corretto tensionamento della fune di ancoraggio e il corretto serraggio della bulloneria di ancoraggio. A controllo terminato l’installatore/manutentore rilascerà verbale di verifica e l’autorizzazione all’uso dell’impianto.

Share by: